Piano City ricomincia da tre


Per il terzo anno consecutivo, la manifestazione Piano City Milano porta in città un’offerta musicale ricca e di qualità, focalizzata in una serie di eventi diffusi, dal 16 al 18 maggio. In soli tre giorni, con oltre 300 eventi verranno ospitati concerti per pianoforti in ogni angolo della città, dai più noti ai meno consueti, coinvolgendo circa 200 tra pianisti italiani ed internazionali, studenti e semplici amatori.

I concerti avranno luogo in musei, ville, parchi, stazioni, nonché in spazi commerciali e privati, e saranno accompagnati da conferenze, laboratori e altre attività, volte ad approfondire il tema musicale. In occasione dell’inaugurazione, venerdì 16 maggio alle ore 20.00, Ludovico Einaudi presenterà al Parco Sempione un’inedita composizione intitolata Le Piano Africain, scritta per sei pianoforti, due marimbe e quattro balafon, strumenti africani a percussione considerati antenati del pianoforte.

Altri eventi musicali di spessore sono promossi da Edison e Intesa SanPaolo per la giornata di sabato 17 maggio: la prima ospiterà presso la sede storica di Foro Bonaparte il concerto jazz di Renato Sellani; la seconda proporrà A tribute to Beatles del pianista Fabrizio Grecchi, presso la filiale in via Verdi, e il concerto del jazzista Thomas Enhco, presso le Gallerie di Piazza Scala.

Tra i musei partecipanti all’iniziativa, la GAM di Milano accoglierà nella villa e nel proprio parco concerti, incontri e laboratori per tutto il weekend. Le serate musicali di sabato e domenica vedono protagoniste esibizioni di alto livello: per la prima sera saranno le note di Aysedeniz Gokcin, Yaron Herman e Omar Sosa a scaldare l’atmosfera; domenica, invece, la manifestazione si conclude con i concerti di Giovanni Guidi, Paolo Jannacci e Raphael Gualazzi.

I nuovi poli musicali introdotti quest’anno sono molteplici: la suggestiva Villa Scheibler, situata a Quarto Oggiaro e protagonista di un recente restauro, ospiterà una maratona pianistica e vari laboratori musicali; la Rotonda della Besana, da gennaio sede del Muba, dedicherà parte della programmazione musicale ai più piccoli; la Mediateca di Santa Teresa, in via Moscova, proporrà due giorni di concerti, istallazioni interattive e conferenze volte a indagare il rapporto tra cervello e musica pianistica; la Torre Branca, al Parco Sempione, accoglierà l’esibizione di Paolo Jannacci al pianoforte, trasmessa in streaming sul sito del Corriere della Sera.

Cuore simbolico dell’evento sono i cosiddetti house concert, ovvero esibizioni pianistiche tenute nelle abitazioni e nei cortili dei milanesi, luoghi d’ascolto intimi ma anche di incontro e aggregazione. Altre modalità originali di vivere la musica dal vivo sono i Piano Tram e i Piano Boat che, nella giornata di domenica, ospiteranno concerti itineranti: per i tram sono previste venti corse concerto dedicate ognuna a diversi generi musicali, con partenze da piazza Castello e da piazza Fontana; il battello, invece, compirà sette corse di 55 minuti ciascuna, con partenza presso l’Alzaia Naviglio Grande.

La musica girerà per la città anche grazie alle Piano Bici di Edison, biciclette speciali con una ruota dietro e due davanti che permetteranno di portare i pianoforti nelle strade tra la gente. Tanti altri gli eventi in calendario e i partecipanti all’iniziativa. Non mancano gli incontri e i concerti tenuti presso le scuole musicali, come il Conservatorio Verdi e la Civica Scuola di Musica di Milano; le esibizioni presso spazi pubblici, come l’Expo Gate in Cairoli e la stazione di Milano Porta Garibaldi; le iniziative di associazioni culturali e imprese private di vario tipo.

Tutto il programma è consultabile al sito http://www.pianocitymilano.it

 

 

Musica

Leave a Reply